Pint of Science

Link
Data: 
Lunedì, 14 Maggio, 2018 - 20:30 to Mercoledì, 16 Maggio, 2018 - 23:00

Arriva la nuova edizione di "Pint of Science", la manifestazione internazionale di divulgazione scientifica che porta la scienza sotto casa.
Dal processo Haber-Bosch per la produzione industriale dell'ammoniaca a partire da azoto ed idrogeno, passando per i progressi raggiunti dalla robotica e la tutela dell'ambiente. Tutto questo, e molto altro, è Pint of Science 2018: tre giorni e sei eventi di scienza alla portata di tutti, dal 14 al 16 maggio in contemporanea in 20 città del nostro paese e in 21 paesi nel mondo.
«Caratteristica di Pint of Science è quella di portare, letteralmente, la scienza nel bar o nel pub sottocasa - spiega Ilaria Zanardi, genovese, che oltre ad essere responsabile nazionale di Pint of Science lavora all'Istituto Italiano di Tecnologia di Bolzaneto -. Il format, ormai collaudato essendo questa la settima edizione a livello mondiale e la quarta in Italia, consiste nel mettere attorno a un tavolo un pubblico di appassionati ai quali, ogni sera, un ricercatore diverso presenti un tema di attualità nel campo dell'astronomia, della fisica, della chimica, della matematica, della biologia o della sociologia. Il tutto con un linguaggio che al tempo stesso risulti semplice ma non banale, e accompagnato, naturalmente, da una buona birra».
La formula è quella di proporre, ogni sera e in contemporanea alle 20.30, tre diversi talk in due locali del centro, ciascuno dedicato ad un ambito particolare delle scienze.

Pint of Science - La Storia
Nel 2012 Michael Motskin e Praveen Paul erano due ricercatori all'Imperial College di Londra. Diedero vita ad un evento chiamato "Meet the researchers" (Incontra i ricercatori) nel quale alcuni malati di Parkinson, Alzheimer, malattia del motoneurone e sclerosi multipla potevano andare nei loro laboratori a vedere quale tipo di ricerca facessero. L'evento fu molto motivante sia per i visitatori che per i ricercatori.
Pensarono che se le persone vogliono entrare nei laboratori e incontrare i ricercatori, perché non portare i ricercatori fuori ad incontrare le persone? E così nacque Pint of Science. Nel Maggio 2013 si tenne la prima edizione di Pint of Science che ha portato al grande pubblico alcuni dei più rinomati ricercatori a raccontare il loro lavoro innovative agli amanti della scienza e della birra. È stato un successo strepitoso.
In Italia, la manifestazione è sbarcata nel 2015 coinvolgendo per prime sei città - Genova, Trento, Siena, Roma, Pavia, Milano - addirittura più che triplicate nello spazio di quattro edizioni. Quest'anno, infatti, il festival si svolgerà in contemporanea in ben 20 città italiane (Avellino-Sarno, Bari, Bologna, Cagliari, Catania, Ferrara, Genova, L'Aquila, Milano, Napoli, Padova, Palermo, Pisa-Lucca, Pavia, Reggio Calabria, Roma, Siena, Trento-Rovereto, Trieste e Torino) e 21 paesi letteralmente in ogni angolo del mondo (Australia, Belgio, Brasile, Canada, Costa Rica, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Messico, Olanda, Paraguay, Portogallo, Regno Unito, Russia, Singapore, Spagna, Stati Uniti, Sudafrica e Thailandia).
Pint of Science è organizzato dall'associazione culturale no-profit "Pint of Science Italia" ed è un evento senza scopo di lucro a cui tutti collaborano su base volontaria, realizzato grazie al supporto di INFN (Istituto Nazionale di Fisica Nucleare) ed INAF (Istituto Nazionale di Astrofisica).

Location