"I fiumi mormoravano"

Data: 
Sabato, 23 Marzo, 2019 - 21:00
Tipo: 
Teatro

"I fiumi mormoravano"
di Anna Mauro
Teatro Orione - Palermo

Sussurri e Grida: questa è l'atmosfera dello spettacolo.
Ci sembra di sentire il fruscìo di stoffe e piume; giovanotti impomatati che nei salotti scivolano con eleganza fra un baciamano e l'altro; risate argentine in pacate conversazioni. Appena varcata la soglia del secolo, tutti volteggiano languidamente fra i lussi e i piaceri della Belle Époque.

Poi, una scintilla scatena il cataclisma e lo spettatore è catapultato nell'orrore delle trincee. Bagliori notturni, suoni intollerabili, e soprattutto il terrore del buio, dove uccidere o morire non è molto diverso: lo si fa alla cieca. I giovani sono mandati al macello intrappolati nel folle ingranaggio di scelte politiche, errori strategici, o semplicemente tragiche incomprensioni fra fanciulli convocati dalla medesima Patria, ma che parlano dialetti diversi.
E se i fiumi potessero parlare...?
Ieri come oggi, l'Oreto parlerebbe la stessa lingua del Piave? Cosa direbbe il fiume un tempo capriccioso, ricco di sorgenti e di affluenti, attorno al quale fioriva la Conca d'Oro e l'impero dei Florio?

...abbasserebbe mesto la voce, per sussurrare che i figli della fiorente Sicilia muoiono combattendo contro ben altri imperi. L'Oreto si rivolgerebbe al Piave col nostro dialetto, i cui echi lo spettatore potrà udire dalla voce rotta di padri in ansia, soldatini terrorizzati, madri straziate. Lo sentirà nel canto sublime che sale dal caos buio di una trincea e per un attimo ferma il mondo impazzito, portando con sé il miracolo della fratellanza nella tregua di Natale.
(©Simonetta Genova)