Pupi Fuschi "Mostra Spettinata"

Link
Data: 
Giovedì, 26 Ottobre, 2017 - 19:00 to Giovedì, 16 Novembre, 2017 - 20:00
Tipo: 
Mostra

Assistiamo a un dolce duello tra Stefania Di Lorenzo e Pupi Fuschi. Nessuno vince e nessuno perde. Si va insieme, si va in scena… Non si può tornare indietro la “sera della prima”. Noi non vogliamo farlo anche se i timori e le ansie ci restano come sudore attaccato in un corpo caldo di una notte d’estate.
Pupi e Stefania ci raccontano di donne, con le donne e per le donne; ci raccontano che la luce dello spazio dove esse si rappresentano, con il bizzarro chiaroscuro e le sue tinte, è fuggevole e spacciatamente intimo.
C’è tutto questo in “Mostra spettinata”, l’esposizione di Pupi Fuschi (pseudonimo artistico di Stefania Di Lorenzo), che sarà inaugurata giovedì 26 ottobre, alle 19, da Artetika, in via Noto 40 a Palermo.
La “Mostra spettinata” – nata da un’idea della gallerista Gigliola Beniamino Magistrelli – sarà presentata dal professor Khalil Fattouch, cardiochirurgo, in veste eccezionale di conoscitore appassionato e collezionista d’arte. Curatrice dei testi critici è Alessandra Consiglio, critico d’arte, che ha anche collaborato all’allestimento.
Sono un omaggio alla Donna vera i dipinti di Pupi Fuschi, opere dove l’artista dipinge dolorose migrazioni del tempo che attraversano i corpi, rimanendo sempre accoglienti e femminili. Ritratti intensi, erotici e mai volgari; semmai luminosi e frizzanti, anche nella seria rappresentazione dello stato dell’es.
Nei ritratti di Stefania Di Lorenzo si percepiscono frammenti di colte citazioni: Schiele, Francis Bacon, Lucien Freud e l’artista americana Alice Neel.
Spesso bisogna pagare un dazio di dolore e indossare una maschera, per vivere ogni genere di fantasia. I movimenti delle mani e altri gesti trasmettono informazioni sociali, a volte.
Il riconoscimento del volto è quello a cui il nostro cervello dedica più spazio; Pupi Fuschi lo copre, svelando e velando di pudore il resto dei corpi, forse, per non suscitare una reazione emotiva più evidente ma più profonda, consapevole.
E poi ci sono le figlie femmine, contemplano l’arco della figurazione dell’artista, che non può fare a meno di ritrarle. Chissà, forse, come un senso di colpa di una figlia e di una madre nel loro confronti.” A. Samonà

Dettagli: 

Mostra Spettinata
di Pupi Fuschi
Artetika
dal 27 ottobre al 16 novembre 2017
dal lunedì al sabato:
10,00 – 13,00 / 17,00 – 20,00