Dante e Leonardo, due forze del pensiero

Data: 
Venerdì, 24 Settembre, 2021 - 20:00 to Martedì, 28 Settembre, 2021 - 20:00

Dante e Leonardo, due forze del pensiero
Mostre di arte contemporanea, concerto-spettacolo, letture poetiche
Conferenze e live performance artistica
dal 24 al 28 settembre 2021
Verona - Convento Francescano di San Bernardino

.

Accomunare due personalità come Dante e Leonardo significa ricercare i concetti che hanno formato la visione del mondo di Dante per verificare l'evoluzione di questo pensiero nel mondo di Leonardo. Loro presentano i due pilastri e il vanto della cultura italiana nel mondo ma si tratta anche di due artisti e intellettuali il cui rapporto a distanza non è mai stato molto coltivato dalla critica. Come si manifesta la memoria di Dante nell'opera di Leonardo? Esistono dei riferimenti, delle tracce tangibili, delle analogie?

Sulla premessa di questo quesito il progetto propone una raccolta di lavori che sono il frutto di un confronto individuale sia con Dante Alighieri nel settecentesimo anniversario della scomparsa che con il Maestro di formazione universale, Leonardo da Vinci, a cinquecento due anni dalla sua morte.

Un gruppo di trenta artisti, poeti, studiosi e musicisti di origine, generazione ed formazione differenti si sono immersi nella Divina Commedia di Dante e nell'opera di Leonardo come esempi d'eccellenza dell'unione tra arte e scienza adoperando l'una per completare l'altra. La mostra di portata internazionale si evolve quindi lungo il filo conduttore del rapporto dei due maestri con vari argomenti, come la natura, la cosmogonia, l'immaginario femminile, studiato, interpretato e trasformato nei modi più diversi da chi desiderava dare un contributo intellettuale al progetto.

Design for Everyday Life che si occupa della qualità ecologica della nostra vita e di come nobilitare i mille gesti che la rendono vivibile attraverso il binomio natura/cultura, produce in questo contesto intrigante due mostre ambientate nei Chiostri del Convento. Il progetto concepito da Elisabeth Vermeer, parte dal collegamento interdisciplinare tra arte e scienza e rappresenta un rebus con variegati accessi senza mai perdere la trama principale: l'uomo e la natura, l'evoluzione spirituale, la conoscenza universale.

Il progetto è diviso in due mostre allestite nel Chiostro di San Francesco e di San Bernardino dove le opere degli artisti sono contestualizzate in modalità site-specific, offrendo un valore aggiunto al prisma interpretativo attraverso la componente architettonica del sito espositivo. Gli scenari di grande suggestione sono i seguenti:

"Amore, grazia, pietà. L'immaginario femminile di Dante " nel Chiostro di San Francesco con opere delle artiste Silvia Bibbo, Maria Cristina Cincidda, Enza Lomonaco, Erzsebet Palasti, Silvia Zambarbieri, e con i fotogafi del Gruppo FotoPoesia Genova Carlo Accerboni, Beatrice Bachi, Simona Campi, Antonio Di Pace, Dania Marchesi, Ignazio Marchisotta, Matilde Ridella, Gian Luigi Suman, con l'artista Mario Pepe e con l'Atelier Fleurestunefleur

"Dante e Leonardo, due forze del pensiero" nel Chiostro adiacente di San Bernardino con opere degli artisti Carlo Accerboni, Silvia Bibbo,
Uri De Beer, Marilena Faraci, Francesco Geronazzo, Françoise Morin,
Enza Lomonaco, Mario Pepe, Claire Jeanine Satin, Farzaneh Rostami, Serena Vestene, Roberto Tondi, Marisa Tumicelli con Malgoscia Mitka e Marco Leso.

Le mostre sono corredate di un programma ricercato di eventi collaterali, uno spettacolo musicale letterario, un talk di astronomia e di storia dell'arte, una live performance artistica, un Reading poetico a più voci, come da programma in allegato.

Si aggregano agli artisti visivi i poeti Milena Buzzoni, Laura Garavaglia, Rosa Elisa Giangoia, Marina Martinelli, Martina Mei, Laura Supino Ghiron. Mario Pepe, Marisa Tumicelli e Serena Vestene sono presenti in doppia veste, come artisti e poeti. Interviene nella manifestazione anche l'astrofisica Francesca Matteucci, Università di Trieste, INAF Istituto Nazionale di Astrofisica e Accademia dei Lincei. Si esibiscono la performer Cri Eco di Genova; il compositore padovano Andrea Bezzon con i cantori di musica antica Rossana Damianelli e Paolo Fabbroni e l'attore Walter Peraro di Verona.

Il progetto coordinato scientificamente da Design for Everyday Life ha ottenuto il patrocinio del Comune di Verona ed è stato realizzato in stretta collaborazione con il Convento Francescano di San Bernardino, e si terrà dal 24 al 28 settembre. Ha collaborato il Liceo Artistico Statale di Verona all'allestimento delle mostre. La conferenza dell'astrofisica Francesca Matteucci si svolge sotto il patrocinio dell'Università di Trieste, dell'INAF Osservatorio Astronomico di Trieste e dell'INAF Istituto Nazionale di Astrofisica.

Design for Everyday Life annovera tra le sue collaborazioni anche altri enti, associazioni e istituti culturali, partner storici che hanno contribuito alla migliore riuscita del progetto: Design of the Universe; Museo Interattivo di Leonardo, Firenze; FotoPoesia Genova; Associazione Culturale Il Gatto Certosino Genova; D'Iside, Firenze; ArteDisegno, Genova; Osservatorio Astronomico di Genova; Fleurestunefleur, Parigi. Pubbliche Relazioni e rapporti con la Stampa: Calliope Bureau.

Informazioni

Location